1999

Glenlivet

SPEYSIDE
SINGLE MALT
SCOTCH WHISKY

Messo in bottiglia in Scozia
nel 2018

Barile N° 77205

n. 168 bottiglie prodotte da 70 cl.
Alc. 45% Vol.

Riprendo il discorso dello scorso anno… ... Glenlivet significa whisky, come James Dean significa anni 60, come Grease anni 70... come Duran Duran gli anni 80. Quando un qualcosa si identifica in un movimento, in un’epoca, in un paese od in un pensiero... vuol dire che ha qualcosa di speciale. Questo vale senza alcun dubbio per la distilleria Glenlivet. Un malto così importante, cosi storico, così straripante che ha caratterizzato e instradato la produzione, il tasting e lo stile di tutto lo Speyside. Questo giovanotto oggi di anni ne ha 19 e lo troviamo sempre nel pieno della forza con quei toni non del tutto maturi che risultano leggermente più evoluti. Ci coccola come un figlio coccola la mamma, con la quale, da buon adolescente, ha litigato qualche attimo prima. Sì, al naso ci invadono sentori materni: borotalco, cipria e acqua profumata. Toni fruttosi di banana, mela e albicocca. Dopo una presentazione molto leggiadra e delicata, lascia spazio a sfaccettature più pungenti di spezie e sentori più croccanti leggermente bruciacchiati. In bocca semplicemente eccitante... una sintesi di sensazioni di campagna, quel sapore di fieno fresco, fiori appena sbocciati. La campagna non è quella inglese, ma forse quella provenzale dove noti sentori continentali si cominciano a mischiare con quelli mediterranei che risalgono per la Linguadoca. Apre la frutta molto matura che richiama i primi sentori al naso, poi sensazioni di mirto, basilico e maggiorana. Nel bel mezzo della degustazione ci punzecchiano toni di arancio, di torta. Sì, forse proprio di pastiera del golfo di Napoli. Veramente una grande bevuta. “Andate avanti fino a quando gli uomini parlano Italico… poi continuate fino a quando non parlano qualcos’altro” Le Crociate (Kingdom of Heaven) 2005 - Ridley Scott.