1992

JAMAICA

RUM

Messo in bottiglia in Scozia
nel Luglio 2017

Barile N° n.19

n. 228 bottiglie prodotte da 70 cl.
n. 102 bottiglie prodotte da 75 cl.
Alc. 52% Vol.

Il tempo passa. Il tempo vola. Il tempo cambia faccia...
Amici miei il 1992 sembra ieri, invece son passati ben venticinque anni, un quarto di secolo... Ci chiediamo, portando il bicchiere a naso, se questo rum sia un classico Giamaica: forse non è lo stesso dell’ultima volta o forse siamo cambiati noi. Ebbene sì, per questo distillato, bisogna avere un approccio un poco metafisico. Ci troviamo di fronte ad un essenza che abbiamo cercato di consegnare, interferendo il minimo indispensabile, quindi è praticamente quello che ha lasciato la botte del Luglio 2017. Naso frizzante, pungente... Spiccano profumi siciliani quali mandorla, marzapane, sesamo e spezie mediterranee. Maturità, concretezza, spessore e grassezza. Tutte caratteristiche frutto del bagaglio riempito in questo tempo passato a maturare. In bocca, completo, appagante e fragrante a tal punto che l’alcol passa in secondo piano. Sapori ricchi opulenti da boulangerie parigina in piena attività alla Domenica mattina. Toni di lievito, vaniglia e croissant fanno da corollario a punte di menta, mimosa e fiori primaverili. Ci si avvicina ghiotti e ci si lascia appagati, sazi e conquistati.