2009

Pacific Oblivion

RUM

Messo in bottiglia in Scozia
nel 2021

Barile N° 24

n. 340 bottiglie prodotte.
Alc. 45,00% Vol.

Il primo amore non si scorda mai... è veramente impressionante Era il 2009 quando si imbottigliò il nostro primo Fiji del 2001. Sembra passata una vita… Quante cose diverse, cambiate, mature e quanti ricordi. Bello... Ruffiano... Seducente... Questo rum bussa con garbo e gentilezza e ci ricorda come la qualità è da sempre un concetto soggettivo. Fiji o si ama o si odia. Come ogni passione come l'amore della nostra vita, si rischia di diventarne o dipendenti od ossessionati. Noi ci lasciamo perdere nel bicchiere che ad ogni rotazione emana profumi e sentori prorompenti e sì, siamo perduti appunto, spaesati e confusi. In bocca ci conforta il fatto che sì... era proprio come ce lo immaginavamo. Naso provocante con i toni classici che ormai siamo abituati a riconoscere. Ceroso con tocchi lacca. Le note medicinali e di frutta secca lo possono far definire il torbato dei nostri rum. Il palato viene punzecchiato come l'acqua zampillante del fiume che viene sfregata dai remi una sensazione di fuoco che volge alla vaniglia, liquirizia, menta e spezie quali il pepe rosa e la noce moscata.

Amare è così breve, e dimenticare così lungo. (Pablo Neruda)